GF I could do better!

Pubblicato: 5 gennaio 2010 da Paolo Magrassi in Luoghi comuni
Tag:, , , ,

Giuliano Ferrara è molto bravo. E a me sta anche simpatico.

Certo, ama anche molto, come sappiamo, fare il bastian contrario. Così, ad esempio, da qualche anno si trova a essere “negazionista” circa il riscaldamento globale.

Lo è, beninteso, per ragioni puramente ideologiche e psicologiche. Egli, infatti, di scienza non sa nulla -in linea con la tradizione crociana che ancora domina l’Italia, dove gli intellettuali sono sistematicamente a digiuno di artitmetica, statistica, chimica elementare, basi di biologia, fondamenti di fisica, vaghe nozioni di informatica, e così via.

Siccome GF non ama il pensiero unico e le grandi convergenze di massa sui luoghi comuni (e in questo lo abbraccio caramente), gli capita di tanto in tanto di sbagliare obiettivo e mettersi a sparare cavolate.

Sul global warming, spara cavolate. Non tenterò di convincerlo al riguardo. (Ma se desiderasse mai un rapido Bignami della situazione, allora potrebbe leggere qui.)

Dico soltanto che il metodo che ha scelto è di bassa lega, indegno di lui. Ha assunto un tizio (rispettabilissimo e bravissimo per altri versi; oltretutto, giovane e già solo per questo da ammirare) che non capisce i termini della questione. Gliene mancano proprio totalmente le basi.

Questo tal Piero Vietti passa il suo tempo (un blog, articoli sul Foglio, eccetera) scagliandosi contro quella che chiama “la vulgata del riscaldamento climatico” (un noioso movimento di petulanti pasdaràn che in effetti esiste), senza accorgersi di rappresentare la vulgata di segno opposto.

Per esempio, oggi sul Foglio egli dice che nevica da giorni in tutta Europa: come cavolo si fa a parlare di riscaldamento globale?

🙂

Non mi prenderò certo la briga di confutare la sua affermazione. Sarebbe come polemizzare con chi crede nell’oroscopo, o parlare di statistica con uno per il quale la deviazione standard è un vizio sessuale.

Dico solo: Ferrara, perché non mi ingaggia al Foglio? A differenza del suo columnist fuori ruolo (come Maradona in porta o Buffon suggeritore), io qualche vaga nozione scientifica ce l’ho. A fronte di uno stipendio congruo, potrei fare un lavoro migliore…

commenti
  1. Paolo Magrassi scrive:

    Comunque, su “il manifesto” di oggi c’è un corsivo di segno uguale e contrario a quelli del Foglio. L’altra vulgata…

    (E d’altronde, chissà perché, il global warming è di sinistra! Peccato che Gaber non abbia fatto in tempo a includerlo nella sua lista)

  2. zabo scrive:

    il problema è che la vulgata del foglio è meglio di quella del manifesto

    i radical chic cascano a braccia aperte nelle bidonate di al gore

  3. Paolo Magrassi scrive:

    Zabo, io la consiglio di tenersi alla larga dalle “vulgate”, sennò la cooptano. Faccia come me: Odi profanum vulgus et arceo.

  4. […] tra gli esperti intorno al riscaldamento globale (ecco, dunque, perché Giuliano Ferrara ci spacca i m. da anni su questa faccenda!); mentre le persone EC fanno la stessa cosa sul tema delle scorie […]

  5. […] che se si appassiona a un argomento, come il riscaldamento globale o la crisi dei mercati presunti efficienti, parte e consulta sempre e solo fonti di un orientamento […]

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...