Ipocrisia o dabbenaggine?

Pubblicato: 4 febbraio 2012 da Paolo Magrassi in Politica e mondo
Tag:, , , ,

Cosa c’è sotto l’unanime italica ammirazione per i politici inglesi, capaci di dimettersi per una multa di eccesso di velocità, mentre da noi è tutto un fiorire di gaglioffi che, quando va bene, prendono casa al Colosseo a prezzi da Tor Bella Monaca?

Cosa pretendiamo, noi? Siamo o non siamo il paese nel quale a ogni minaccia di sottrazione di punti dalla patente ci si mette alla ricerca di un nonno cui addebitarli? (Un mio amico medico li racimola addirittura tra i pazienti anziani in corsia).

In virtù di quale sortilegio i nostri politici dovrebbero essere inglesi, noi essendo italiani?

E’ pur vero che, quando avverrà, il riscatto dei nostri costumi dovrà essere innescato dall’alto, con l’esempio e con le norme. Esempi comportamentali offerti da qualche politico e personaggio pubblico galantuomo, e norme possibilmente non da repubblica delle banane come quella che, per restare in tema, consente di pagare la multa il doppio pur di non avere i punti sottratti.

Però noi marmaglia che evadiamo 6,3 milioni di canoni RAI, che ci procuriamo centinaia di migliaia di pensioni false, che ci accordiamo col falegname per fingere una ristrutturazione mirata al risparmio energetico, che non chiediamo mai la fattura oltre i 300 euro per non pagare l’IVA, che in quasi 2 milioni viviamo di politica, che abbiamo costruito milioni dico milioni di vani abusivi per non parlare di quelli non ancora scoperti, noi popolino da Marchese del Grillo, noi ciurma con quale ardire rimproveriamo alla Casta di non essere la Camera dei Lord?

PS-1: Forse ho trovato la soluzione. Ci teniamo il porcellum, ma chiediamo ai leader di partito di “nominare” solo parlamentari di nazionalità britannica, che frettolosamente naturalizzeremo come si fa coi calciatori sudamericani e le atlete cubane. 

PS-2: La Casta ci sarà finché gli incarichi politici elettivi saranno remunerati. In una repubblica civile, com’era Roma prima di Cesare, a chi va in politica viene garantito solo il reddito che aveva prima di andarci. E gli si chiede di levarsi dai piedi dopo una legislatura.

commenti
  1. […] Ipocrisia o dabbenaggine? […]