Dove sono i nuovi modelli?

Pubblicato: 15 settembre 2012 da Paolo Magrassi in Luoghi comuni
Tag:, , , , , , ,

Ho già detto che, sotto sotto, credo più ai sindacalisti della FIOM che non a Marchionne, quantunque abbiano entrambi delle buone ragioni. Però, ragazzi, non esageriamo con le frescacce. Il ritornello secondo il quale la Fiat non vende “perché non produce nuovi modelli” è stantio e indegno di persone che si pretendono competenti.

Da Quattroruote traggo dati (immatricolazioni) inerenti al secondo semestre 2012 e i raffronti col medesimo periodo del 2011.

La dinamica del mercato italiano in tale periodo è stata quella illustrata dalla Figura qui a fianco. Esaminate anche l’andamento di marche che hanno rinnovato la gamma (come per esempio Opel) o che hanno introdotto molti nuovi modelli (PSA, Mazda)…

Lavorando sulla medesima fonte, con qualche aggiunta e rielaborazione, ottengo la grafica seguente, dalla quale si apprende quel che anche un bambino comprende, ossia che le fortune immanenti di una marca d’auto dipendono molto dall’andamento dell’economia nei suoi mercati geografici principali.

Per ogni marca, alla dinamica delle vendite si accosta quella del PIL del Paese più importante come mercato.

Per esempio: Volkswagen vende soprattutto in Cina e in Germania (quasi il doppio delle auto nel primo dei due Paesi), e queste economie sono andate bene nel periodo in esame.   Il principale mercato della Fiat è invece l’Italia, che notoriamente è stata, nel periodo in esame, afflitta da una crisi economica micidiale.

PS: Vi vien da pensare che chi è stato abbastanza lungimirante da entrare in Cina a tempo debito, adesso miete frutti? Esatto! E non c’entrano granché i “nuovi modelli”.

Annunci

I commenti sono chiusi.