I pusher del luogo comune

Pubblicato: 14 luglio 2014 da Paolo Magrassi in Luoghi comuni

pkinI fabbricatori seriali di luoghi comuni hanno dato la stura alla sciocca teoria che circola da oggi: la Germania ha vinto il mondiale perché ha “programmato” per dieci anni e perché ha costruito la Nazionale come sa costruire Audi, Bmw e Mercedes. La Bundesliga come la Bundesbank. La Nationalmanmshaft come la Bundesverband der Deutschen Industrie. E via delirando…

Come se non avessero “programmato” Italia, Francia, Russia, pure spazzate via nel torneo. Come se la Germania non fosse una delle prime favorite dal lontano 1954, otto volte finalista e già tre volte campione prima di ieri, e dunque sempre probabile vincitrice, programmando o non programmando. Come se la variabile casuale non giocasse un ruolo preminente nel calcio: è entrato lo (splendido) tiro di Mario Götze ma prima di esso non sono entrati l’interno sinistro di Messi sul secondo palo, la ciabattata di Higuaín, il pallonetto di Palacio…

E come se la moneta Euro non stesse giocando, da più di dieci anni, smaccatamente a favore dell’economia tedesca.

Annunci

I commenti sono chiusi.