La Svizzera al top nei brevetti

Pubblicato: 6 marzo 2016 da Paolo Magrassi in Politica e mondo, Scienza
Tag:, ,

patents Nel 2015, l’Ufficio Europeo dei Brevetti ha ricevuto 160mila richieste da parte di aziende e istituzioni di tutto il mondo, soprattutto statunitensi, tedesche, giapponesi, olandesi, e svizzere.

La Svizzera è, da qualche anno, il paese che deposita il maggior numero di brevetti in rapporto al numero di abitanti. Stiamo parlando di 873 domande di brevetto per ogni milione, contro la media di 132 negli altri paesi europei.

Perché?

Perché in Svizzera c’è un efficace tessuto di innovazione, ma soprattutto perché ci sono tantissime grandi imprese -molte ma molte di più che, per esempio, in Italia (anche in valore assoluto e non solo in rapporto agli abitanti). Nel 2015 la sola Roche ha depositato in Europa 644 domande di brevetto; 563 la ABB; 410 la Nestlé; 369 la Novartis.

Naturalmente le domande di brevetto si correlano con la vivacità della ricerca & sviluppo, anche se non ne esauriscono i vari aspetti. E le grandissime imprese di contenuto tecnologico fanno molta R&D: la fanno in proprio, la fanno assorbendo le start-up più promettenti, la fanno foraggiando i dipartimenti universitari.

Infatti, come abbiamo già notato, nei paesi avanzati sono soprattutto le imprese, e non gli Stati, a fare R&D.

 

I commenti sono chiusi.